La mafia è una montagna di merda! (Peppino Impastato)

foto:http://www.premioceleste.it/_files/opere/2012_54019_124002.jpg

 LA MAFIA E' UNA MONTAGNA DI MERDA !!!! CHE CORAGGIO DA CONIGLI, PIAZZARE UN ORDIGNO E COLPIRE DEI RAGAZZI INNOCENTI ? SIETE VOI GLI "UOMINI D'ONORE" ????? VOI SIETE LA MERDA !!!!!!!!!
frase dell'amico e collega Roberto Pasquale che condivido!

Ho appena terminato di scrivere il pezzo sulle prove Invalsi e ho ricevuto la notizia dell’attentato di Brindisi  dove ha perso la vita una studentessa e molti sono rimasti feriti, permettetemi di scrivere la frase di Peppino Impastato: la mafia è una montagna di merda!” aggiungo un pensiero di una studentessa che si firma "la ballerina dolce": “ Oggi non c'è spazio per nient'altro. La notizia di questa ragazza di Brindisi che non c'è più e di un'altra che sta lottando contro la morte mi hanno lasciata sgomenta. Perché?
Perché l'Italia è piena di persone disilluse, che non credono più nè nel futuro, nè nei loro sogni e la mafia ha scelto di colpire, invece, proprio chi ancora ha ancora i sogni che gli brillano negli occhi, ha deciso di colpire l'istruzione, chi lotta per la giustizia - la scuola Morvillo Falcone ha appena vinto un premio per la legalità.
Di fronte a queste cose, siamo tutti uguali, non esistono settentrionali o meridionali, non esistono poveri o ricchi, esiste solo un'unica, grande sconfitta quando sono le vite umane a pagare.Una sconfitta dello Stato e di tutti i cittadini.
E la mafia resta sempre di più il più grande schifo, anzi un'incommensurabile montagna di merda, come è stata definita.La mafia è un'escrescenza tumorale che andrebbe eliminata, fermamente. Stolti, tutti coloro che sono convinti che sia radicata solo al Sud e che al Centro- Nord si possa star sicuri.
Non c'è sicurezza quando una ragazzina piena di sogni e di gioia di vivere viene privata del suo futuro. Questo non può e non deve succedere!
Bisogna avere le palle di dire BASTA!
Melissa poteva essere la figlia di tutti, la sorella di tutti, la fidanzata di tutti....
Hanno scelto di colpire dove i sogni sono ancora radicati, in un'Italia di adulti oppressa e disillusa, hanno ucciso ove cresce l'istruzione, il peggior nemico della mafia, dove i giovani si costruiscono il loro futuro.
Anche questo non può essere tollerabile.
Non pubblicherò foto di questa ragazza, perché lo trovo invansivo, magari lei non lo avrebbe voluto.
Spero solo che la giustizia non si dimentichi di lei ed anche che la sua amica - lo spero intensamente - ce la faccia. Non smettere di lottare, per favore..... [la ballerina dolce
http://blog.libero.it/DolceBallerina]

Paolo Latella

Commenti