1M e 1P CAT (geometri): Attacchi delle Lampadine. Come scegliere l'attacco giusto.

 Attacchi delle Lampadine. Come scegliere l'attacco giusto


Tipi di attacchi lampadine più comuni:

Acquistare una lampadina online, significa avere di fronte diverse sigle composte da lettere e numeri che tendono a disorientarci. E’ quindi necessario fare un po' di chiarezza in maniera facile per comprendere al meglio il significato di questi codici.

Una prima suddivisione di base sugli attacchi delle lampadine più comuni, va fatta tra:
E14 le lampadine a vite stretta
E27 le lampadine a vite larga
GU10 le lampadine a blocco
G4 le lampadine bispina



Attacchi lampadine di tipo E:





Le lampadine con gli attacchi a vite più diffusi e presenti nelle nostre abitazioni, sono le lampadine E14 e le lampadine E27.
La differenza tra queste tipologie di lampadine sta nella grandezza dell'attacco (base filettata). Il numero presente all'interno del nome, sta infatti ad indicare il diametro dell'attacco espresso in millimetri, mentre la E è una lettera convenzionale che si utilizza per definire il sistema di connettori a vite per lampadine sviluppato da Thomas Edison (attacchi edison).

Va da sé che: l'attacco E14 misura quindi 14 mm e sta ad indicare le lampadine con un attacco piccolo, mentre l’attacco E27 misura 27 mm ed è riferito alle lampadine con un attacco grande e l'attacco E40 è riferito all'attacco da 40 mm.


Attacchi lampadine di tipo G:











Per quanto riguarda l'illuminazione che prevede l'utilizzo di faretti, gli attacchi delle lampadine led più comuni di riferimento sono di tipo diverso da quello a vite. Infatti presentano dei connettori da inserire nei fori di riferimento. Le seguenti sigle, sono quelle maggiormente riscontrabili per questa tipologia di attacchi: G9, GU10, G4, GU4, G5.3 o GX53.
Se avete necessità di sostituire le vostre lampade alogene con dei faretti a risparmio energetico, dovrete prestare attenzione alla distanza tra i due elementi della spina.

Uno degli attacchi più diffusi è il GU10, un tipo di attacco formato da due connettori a forma di chiodo che si trovano nella parte finale della lampadina. L’inserimento risulta quindi molto facile poiché basta inserire i connettori nei fori ed eseguire una rotazione di mezzo giro per fissarla al sostegno.

Altra tipologia sono invece gli attacchi G9 e G4. Si tratta di attacchi per lampadine dalle dimensioni molto piccole. Questi attacchi sono composti da 2 piccoli pin e le lampadine vanno inserite con una semplice pressione delle dita per fissarle alla base. Anche in questo caso, il numero presente all’interno delle sigle della tipologia G, ne indica il diametro.


Altre tipologie di attacco lampadine:





Di tipologia diversa, ad esempio, sono gli attacchi R7S che sono utilizzati in particolar modo per i faretti di dimensioni maggiori, come quelli utilizzati per i campi da calcio. Anche in questo caso, per inserire questo tipo di lampadine, è sufficiente una semplice pressione.
Le lampadine con attacco G53 vengono utilizzate principalmente per fari media grandezza per illuminazioni usate spesso per esterni. Il tipo di attacco viene impiegato per lampade multi led ed è costituito da due lamelle poste a distanza di 53mm l’una dall’altra.

fonte: https://www.ziotester.it/blog/attacchi-lampadine-led/
 

Commenti

Post popolari in questo blog

Esercizi sulla rappresentazione della virgola mobile IEEE 754 (Floating Point)

Simulazioni di reti (con Cisco Packet Tracer)